x (9 di 13)

Altro must della mia cucina: le polpette.

Queste in particolare hanno la caratteristica di essere fatte con una carne particolarmente buona, il maialino nero dei Nebrodi, tipico delle zone montane del parco dei Nebrodi in provincia di Messina.

Essendo mio padre originario di quelle zone, spesso mi trovo a passare i week-end lì e ne approfitto per acquistare dei prodotti che difficilmente troverei in città.

Uno di questi è proprio la carne di questo animale, pregiata e di difficile reperimento e si utilizzano, tanto per il consumo fresco quanto per la produzione di salumi.

Tali carni pur presentando un quantitativo di grasso maggiore rispetto a quelle dei suini chiari, sono decisamente di qualità superiore, in particolare hanno un contenuto maggiore se non prevalente di colesterolo HDL cosiddetto “buono“, che svolge un’importante azione protettiva per l’organismo umano, inoltre sono più ricche in ferro e lo si nota dal colore rosso intenso, hanno una maggiore capacità di ritenzione idrica, il che si traduce in una resa qualitativa migliore nella cottura ed anche nella preparazione di salumi, infine presentano un’ottima consistenza al taglio. (http://www.trattoriaborrello.it)

Detto questo, passiamo ai fornelli:

Ingredienti: (per 4 persone)

500 gr di tritato di maialino

2 uova

100 gr di pangrattato

una cipolletta fresca

50 gr di parmigiano

un cucchiaio di aceto balsamico nero

un cucchiaino di senape e uno di salsa worchestershire (se sono di vostro gradimento)

sale e pepe nero q.b.

per le verdure:

400gr di patate

400gr di zucchine

un cucciaio di paprika dolce

uno spicchio d’aglio in camicia

sale, pepe q.b.

olio e.v.o.

Procedimento:

Tagliamo la cipolletta fresca molto finemente e in una capiente ciotola uniamo il resto degli ingredienti, mescolare e amalgamare bene, aggiustiamo di sale e pepe e lasciamo riposare per mezz’ora coprendo con della pellicola in frigo.

Nel frattempo prepariamo le verdure da cucinare al forno, cubettiamo il tutto, condiamo con sale, pepe, lo spicchio d’aglio e spolveriamo con la paprika dolce, irroriamo con olio, mescoliamo e mettiamo in una teglia abbastanza grande da poter successivamente aggiungere le polpette per la cottura.

Accendiamo il forno a 180°, mettiamo la teglia in basso nel forno, copriamola con dell’alluminio o con un foglio di carta silicone e procediamo con la cottura per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchino al fondo della teglia e si brucino (anche se a me piacciono moltissimo abbrustolite!).

Mi raccomando, non dimenticate di coprire la teglia perchè l’umidità che si forma dentro serve proprio per cucinare le verdure, altrimenti risulterebbero secche e dure.

x (12 di 13)    Nel frattempo, prepariamo le nostre polpette, io le ho fatte tonde di circa 5 cm di diametro, ma non è strettamente necessario farle così.x (11 di 13)

Trascorsi i 20 minuti della cottura delle verdure, estraiamo la teglia e aggiungiamo le nostre polpette, disponendole al centro della teglia, copriamo nuovamente e mettiamo a metà altezza del forno, sempre a 180° per 15 minuti, trascorsi i quali verifichiamo la cottura delle polpette , scopriamo la teglia e completiamo la cottura per altri 5 minuti.

Io consiglio di servirle ben calde, sono squisite!

Potreste accompagnare queste polpette con una salsa di cipolle in agrodolce, o con un’insalata di pomodori.

Bon apetit!x (10 di 13)

Antonella Ganci Lillini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *