Sapete cos’è? 

In passato, nelle comunità contadine del Nord Italia, la notte del 28 giugno, vigilia della festa dei santi Pietro e Paolo, usavano mettere una caraffa di vetro trasparente colma d’acqua, dove facevano adagiare lentamente l’albume di un uovo.

Lasciata fuori in cortile o dalla finestra, durante la notte sotto gli influssi della luna e della rugiada mattutina, l’albume assumeva la forma sella chiglia, degli alberi e delle vele della nave di S. Pietro; osservando la loro forma e lunghezza, riuscivano a prevedere le condizioni del tempo e l’abbondanza del successivo raccolto.

Usanza ormai caduta nell’oblio, che però possiamo far rivivere magari come gioco con i piccoli, quindi, tra qualche giorno fatelo anche voi e postatemi le foto del risultato!

BarcaSPietro

Buon divertimento!

Antonella Ganci Lillini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *