pasta

Timballo di anelletti siciliani

 

Avete mai provato questa bontà?

E’ un primo piatto tipico palermitano, molto saporito in quanto contiene due delle tipicità siciliane: le melanzane fritte e la ricotta salata.

Inutile sottolineare che questo piatto può essere considerato un piatto unico, ma che ve lo dico a fare, ogni boccone sarà un salto in paradiso e quindi ne vale davvero la pena!

x (10 di 11)

Ingredienti: (per 4 persone)

320 gr di anelletti siciliani

1 melanzana lunga

500 gr di pomodori pelati a pezzetti

500 gr di passata di pomodoro

mezza cipolla bianca, mezza carota, una costa di sedano

uno spicchio d’aglio

200 gr di ricotta salata semistagionata da grattuggiare

basilico

olio e.v.o

olio per frittura

sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Cominciamo col tagliare a dischi sottili le melanzane e metterle a scaricare l’acqua di vegetazione in un colapasta, intervallando i vari strati con del sale grosso e coprirle con un peso, così da agevolarne l’espulsione; lasciare così per circa 30 minuti.

x (1 di 11) x (2 di 11)

x (3 di 11)

 

Nel frattempo prepariamo la salsa di pomodoro; tritiamo la carota, il sedano e la cipolla, sbucciamo l’aglio e lasciamolo intero,prendiamo una padella capiente, riscaldiamola e mettiamo le verdure, un filo d’olio e lasciamo soffriggere pe 3 minuti a fuoco medio, facendo attenzione a non bruciare nulla.

Togliamo lo spicchio d’aglio e aggiungiamo la passata e i pezzettoni, abbassiamo la fiamma, facciamo cucinare per circa mezz’ora, trascorsa la quale aggiusteremo di sale e pepe ed aggiungeremo del basilico fresco, eventualmente aggiungiamo dello zucchero se la salsa vi risulta troppo acida all’assaggio… mi raccomando non esagerate!x (5 di 11)

Asciughiamo le melanzane e prepariamole per la frittura; un segreto per evitare che durante la cottura assorbano tantissimo olio è quello di scottarle leggermente, quindi, prendiamo una padella, arroventiamola e grigliamo le melanzane.

x (4 di 11)

 

In una pentola dai bordi alti mettiamo a riscaldare l’olio per la frittura, vi accorgerete quando è pronto mettendo uno stuzzicadenti in immersione e se si formano delle bolle tutto intorno, allora la temperatura è corretta, altrimenti fate come me, attrezzatevi di un termometro elettronico e aspettate che la temperatura arrivi a 160°; friggiamo le melanzane e mettiamole a scolare dell’olio in eccesso.

Mettiamo a bollire l’alcqua per la pasta, questo tipo in particolare ha la caratteristica di completare la sua cottura in forno, quindi, lasciamo cucinare per circa 13 minuti, scoliamo al dente e aggiungiamo la salsa.x (8 di 11)

Condiamola con la salsa, lasciandone un pò da parte per usarla dopo, prendiamo una tortiera di 20 cm di diametro con cerniera, quella che si usa per la ciambella e iniziamo a comporre gli strati.

Cominciamo con uno stato di melanzane, poi uno di pasta, della salsa, una grattuggiata di ricotta salata e così via, fino a chiudere con l’ultimo stato di melanzane.

x (7 di 11)

Inforniamo per 20 minuti a 180°, in modalità statica a metà altezza in forno.

x (10 di 11)Lasciamo riposare a forno spento per una decina di minuti, prendete un piatto da portata, mettetelo sopra la tortiera, capovolgete e aprite delicatamente la cerniera, se è il caso aiutatevi con una spatola per staccare dei bordi il timballo; spolverate la cima con della ricotta salata e servite ancora caldo.

Il mio ha avuto in piccolo incidente, ma il sapore era ugualmente buono,

x (11 di 11)

 

bon apetit!

Farfalle broccoli & melanzane

Farfalle broccoli e melanzane

Buone, buone, buone, anzi, uno dei miei piatti preferiti, gustose e leggere, quest’abbinamento insolito per me è super!

Ingredienti per 2 persone:

200 gr di farfalle

un broccolo di media dimensione lessato

una melanzana scura al forno

due scalogni o mezza cipolla bianca

uno spicchio d’aglio in camicia

circa 100 ml di vino bianco

un cucchiaio di concentrato di pomodoro

mix pepe

sale

olio e.v.o.

tempo di preparazione: 15 minuti più cottura della pasta.

Cominciamo col far appassire gli scalogni e lo spicchio d’aglio in una padella capiente con olio e.v.o., mi raccomando a non farli bruciare, quindi manteniamo il fuoco basso.

Nel frattempo tagliamo la melanzana a cubetti e aggiungiamo allo scalogno, togliamo l’aglio e facciamo rosolare per un paio di minuti e nel frattempo mettiamo a bollire l’acqua della pasta con poco sale.

Aggiungiamo il broccolo a ciuffetti non tanto grandi, quindi, continuiamo la rosolatura per 5 minuti e sfumiamo con un pò di vino bianco.

Evaporato l’alcool, togliamo lo spicchio d’aglio e aggiungiamo un cucchiaio di concentrato di pomodoro, continuiamo la cottura per altri 5 minuti.

Aggiustiamo di sale e pepe e attendiamo che la pasta si cuocia al dente, scoliamola e  aggiungiamola nella padella col condimento, saltiamo il tutto per un paio di minuti e serviamo ben caldo.

Personalmente ho aggiunto un cucchiaino di colatura di alici di cetara, a me piace quel sapore intenso che contrasta con la dolcezza del pomodoro e della melanzana, lo so, non c’entra nulla, ma a me piace un sacco!

Buon appetito!

La regina dell’autunno: la zucca! Prepariamo i pici con ragù di zucca

Come resistere al suo colore e profumo?

Mi ha corteggiata per tutto il tempo che ho fatto spese al mercato, col suo aspetto buffo, ma con un cuore davvero gustoso ed invitante, mi ha convinta senza molti indugi a farsi portare nella mia cucina!

Oggi prepareremo i pici con ragù di zucca, piatto tipicamente autunnale, economico e molto saporito.

Al posto dei pici possiamo utilizzare i bucatini o i bigoli, verrà bene uguale e non si lamenterà nessuno.

pici al ragù di zucca

Ingredienti per 4 persone:

600 gr di zucca

un porro piccolo

1,2 lt d’acqua tiepida

uno spicchio d’aglio

400 gr di pici

olio extravergine d’oliva

pepe

sale

Puliamo la zucca e tagliamola in piccoli pezzi, stessa cosa per il porro.

Prendiamo una casseruola bassa, mettiamo un filo d’olio aggiungiamo la zucca con il porro e lo spicchio d’aglio tagliato a metà; facciamo soffriggere per una decina di minuti, togliamo l’aglio e aggiungiamo circa un bicchiere d’acqua, chiudiamo con un coperchio, lasciando così per circa 20 minuti a fuoco basso, girando di tanto in tanto.

Quando la zucca si sarà sfaldata completamente, mettiamo i pici crudi con la metà dell’acqua restante, alziamo un un pò la fiamma e copriamo nuovamente col coperchio.

Considerate che per cucinare la pasta così impiegherete circa 15 minuti (cottura al dente), quindi regolatevi con l’acqua che servirà per tutta la cottura.

Se dovesse finire aggiungetene un’altro po’ fino al completamento della cottura desiderata.

Aggiustate di sale e pepe e servite caldo.

Volendo, potete spolverizzare con una manciata di parmiggiano regiano o, per chi ama i sapori decisi, pecorino romano d.o.p.

Bon appetit!

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency
CONSIGLIA Torta di mais
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On Google PlusVisit Us On YoutubeCheck Our FeedVisit Us On Instagram